11 maggio 2018. Lezione di Marta Marchetti

VENERDÌ 11 MAGGIO SI SVOLGERÀ LA LEZIONE DOTTORALE DI MARTA MARCHETTI “REGIA TEATRALE E ROMANZO TRA TEORIA E PRASSI”

11 maggio 2018
ore 13:00-17:00
Aula C – Ex Vetrerie Sciarra, Via dei Volsci 122

ABSTRACT

Regia teatrale e romanzo tra teoria e prassi (a cura di Marta Marchetti)

A partire dagli interventi critici di Marvin Carlson, Jean Pierre Sarrazac, Claudio Longhi, Dick McCaw è possibile individuare i nodi concettuali utili a capire come la categoria bachtiniana di romanzizzazione possa essere applicata alla storia e alla pratica della regia teatrale. Da un punto di vista storico la relazione tra arte della scena e arte del romanzo sono moltissimi e vanno dalle esperienze di proto-regia (penso ad esempio a G. Pixérécourt) fino a quelle di registi ormai consapevoli della propria funzione autoriale (dai padri fondatori come A. Antoine, ai registi a spettacolo-unico come L. Visconti fino a chi, come C. Bene, M. Ricci o G. Vasilicò, guardò al romanzo proprio per superare l’idea di regia allora dominante). Ancora oggi usare il romanzo in scena può essere la soglia da superare per provocare nuove esperienze estetiche come nel caso, ad esempio, del lavoro di F. Castorf.

Nel corso della lezione intendo discutere alcune delle domande che mi sono posta in questi anni di ricerche in proposito: è pensabile la moderna regia teatrale senza il romanzo? In che modo la forma romanzo è stata e continua ad essere una possibilità di liberazione dai canoni che obbliga a ripensare la nozione di regia? È possibile individuare nella via del romanzo il territorio di una nuova relazione comunicativa tra registi e spettatori? In che modo la nozione di adattamento è diventata strumento privilegiato della creazione registica?

Prima dell’incontro verrà fornita una bibliografia e una lista con gli esempi che saranno discussi in classe.

Marta Marchetti è ricercatrice presso l’Università La Sapienza di Roma, dove ha conseguito, nel 2004, il titolo di dottore di ricerca in Comparatistica: Letteratura, teatro, cinema. Ha insegnato, come docente a contratto, analisi delle scritture sceniche e lineamenti di storia del teatro contemporaneo. Ha svolto attività di ricerca su vari temi, e in particolare sul rapporto tra teatro e romanzo, argomento a cui ha dedicato due monografie: Guardare il romanzo. Luca Ronconi e la parola in scena (Rubettino, 2016) e Camus e Dostoevskij. Il romanzo sulla scena (Bulzoni, 2007).