11 aprile 2018. Lezione di Tancredi Gusman

L’11 aprile si terrà una lezione dottorale di Tancredi Gusman, dal titolo “Between Evidence and Representation”

Ex Vetrerie Sciarra
Via dei Volsci, 122 – Roma
Aula Seminari e Tesi ore 15-19.30

Lezione dottorale di Tancredi Gusman
Between Evidence and Representation – History of Performance Art Documentation from 1970 to 1977
Nei primi anni Settanta il termine “performance art” si diffonde dagli Stati Uniti alla scena artistica internazionale diventando una categoria che non identifica più il lavoro di un gruppo distinto di artisti, bensì un genere dotato di un proprio statuto autonomo. Questo sviluppo riflette un processo di integrazione di azioni ed eventi artistici di vario tipo nel campo disciplinare delle arti visive. Le dinamiche che hanno portato a questa inclusione non sono ancora state prese in esame dalla storiografia della performance art e dell’arte d’azione. Per ricostruire una storia disciplinare di questo genere è necessario tenere conto dell’interazione tra procedure e pratiche tradizionali delle arti visive e forme artistiche evenemenziali che, a partire dagli anni Sessanta, ne minacciano i confini e i paradigmi. L’oggetto dell’analisi non possono dunque essere singoli “lavori” di performance ma i formati attraverso i quali essi sono stati inclusi in esposizioni, in collezioni e nel mercato dell’arte. In questo contesto la documentazione delle performance art svolge un ruolo metodologico cruciale. Attraverso la storia della documentazione delle performance art e delle oscillazioni del suo statuto e ruolo, il mio progetto esplora i processi di costituzione e contenimento della performance art nel campo delle arti visive. In questa presentazione introdurrò il lavoro e i temi di questo progetto di ricerca, che ha ricevuto un finanziamento dal programma di ricerca e innovazione dell’Unione Europea Horizon 2020 con l’accordo di sovvenzione Marie Sklodowska-Curie No 747881. europa.png

NOTA BIOGRAFICA DOCENTE
Tancredi Gusman è Marie Skłodowska-Curie Research Fellow presso l’istituto di Theaterwissenschaft della Freie Universität di Berlino dove conduce il progetto: Between Evidence and Representation: History of Performance Art Documentation from 1970 to 1977 [EU-Horizon 2020, MSC grant agreement No 747881]. Nel 2016 è stato assegnista presso l’Università degli Studi di Milano per il progetto europeo: Senses: the Sensory Theatre. New Transnational Strategies for Theatre Audience Building, cofinanziato dal programma “Europa Creativa”. Ha studiato Filosofia all’Università di Pavia e nel 2012 ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia del Teatro presso l’Università di Napoli “L’Orientale” con una dissertazione su Alfred Kerr, Herbert Ihering e critica teatrale in Germania dal 1887 al 1933. Durante le sue ricerche dottorali è stato membro del gruppo internazionale di studi dottorali “InterArt Studies” presso la Freie Universität di Berlino. Ha curato e tradotto l’edizione italiana del volume di Erika Fischer-Lichte Ästhetik des Performativen [Estetica del performativo, Carocci, Roma 2014] e ha recentemente pubblicato la sua prima monografia: L’arpa e la fionda. Kerr, Ihering e la critica teatrale tedesca tra fine Ottocento e il nazionalsocialismo (2016).
Dal 2013 al 2015 ha lavorato come assistente dramaturg, assistente alla regia e regista per la Schauspiel Frankfurt e il Theater Neumarkt a Zurigo, dove ha curato il programma di performance “Chor & Co” nel 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...