29 e 30 novembre 2017. Giornate di Studio su Franco Scaldati

Il 29 e il 30 novembre 2017 alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma si terranno due giornate di studio sulla drammaturgia e sul teatro di Franco Scaldati.

29-30 novembre 2017
La drammaturgia di Franco Scaldati.
Il teatro è un giardino incantato dove non si muore mai

Progetto e coordinamento di Valentina Valentini con la collaborazione di Viviana Raciti

29 novembre ore 14.30 – Biblioteca Nazionale Centrale, Viale di Castro Pretorio 105, Roma
30 novembre ore 9.30 – Biblioteca Nazionale Centrale, Viale di Castro Pretorio 105, Roma

Due giornate di studio dedicate alla drammaturgia di Franco Scaldati con storici del teatro e della letteratura, linguisti e critici, per analizzare il mondo, la scrittura e il linguaggio dell’autore-attore nel contesto della storia del teatro e della letteratura del Novecento, italiana (Pirandello, De Filippo, Testori, Pasolini) ed europea. Gli interventi di studiosi (Lucia Amara, Stefano Casi, Valeria Merola, Cristina Grazioli, Matteo Martelli, Donatella Orecchia, Antonella Ottai, Marco Palladini, Viviana Raciti, Stefania Rimini, Andrea Scappa, don Cosimo Scordato, Carlo Serafini, Valentina Valentini)e di artisti di teatro (Antonella Di Salvo, Melino Imparato, Carlo Quartucci, Carla Tatò, Enzo Vetrano e Stefano Randisi), indagano la dimensione orale, raccontano le figure femminili, i tonti che popolano il suo mondo, le tenebre e la luce in cui sono immersi. Insieme alle analisi e alle discussioni che ne scaturiranno, si inseriscono proiezioni e ascolti di Franco Scaldati e di Mimmo Cuticchio, entrambi sulla figura di Lucio, di Edoardo De Filippo, Roberto Latini e Melino Imparato su tre diverse versioni linguistiche de La Tempesta shakespeariana. Di Federico Tiezzi si proietta il finale de I Giganti della Montagna di Pirandello riscritto su sua richiesta da Scaldati, e Enzo Vetrano e Stefano Randisi danno vita alla coppia di Totò e Vicé erranti nelle vie di Palermo in un recentissimo film di Marco Battaglia e Umberto De Paola. L’ipotesi che sottende la composizione delle due giornate di studi è quella di far circolare la produzione di questo scrittore insulare, soave e violento, nella trama dei testi per il teatro degli scrittori italiani ed europei del Novecento, cosa che fino a oggi non è avvenuta.

30 novembre ore 21.00 – Teatro Argentina, Largo Argentina, Roma
Letture e intermezzi coreografici di Aldes, Marco Cavalcoli, Elio De Capitani, Marion D’Amburgo, Antonella Di Salvo, Melino Imparato, Roberto Latini, Saverio La Ruina, Luigi Lo Cascio, Opera, Carlo Quartucci, Stefano Randisi, Carla Tatò, Enzo Vetrano, con il coordinamento di Roberto Giambrone.

24-28 novembre ore 11-18 – Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Via Bruno Cirino
Laboratorio teatrale gratuito a cura di Antonella Di Salvo, Donatella Orecchia e Viviana Raciti, in collaborazione con Teatro e Critica

Scarica il depliant completo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...